Il permesso

Tornare a casa in permesso per due giorni è un emozione incredibile. C’è del bello e del brutto. Da un parte rivedi i tuoi cari, riabbracci gli amici e soprattutto dormi nel tuo letto. Ma il brutto c’è: quel letto che era stata la tua culla da sempre è comunque un posto pieno di ricordi e dolore. Quei divani da cui non mi scollavo, quella cucina che mi ha vista in tutti i modi possibili. Insomma è dura respirare quel dolore. Però il dolore credo esiga di essere vissuto e questo ci insegna tanto e mi dà materiale su cui lavorare. In questa incasinatissima ma stupenda vita.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...