Tutti quei particolari

Sanremo lascia una piccola scia sempre. Io da sempre lo guardo insieme a mamma. Questo anno non ce l’ho proprio fatta. La terapia mi stende più o meno verso le 9 di sera. Però le canzoni le ho ascoltate e per me la più bella è quella di Ultimo. “i tuoi particolari”

Fa male dirtelo adesso ma non so più [..] Mi mancan tutti quei tuoi particolari
Quando dicevi a me
«Ti senti solo perché non sei come appari»
Oh, fa male dirtelo adesso
Ma non so più cosa sento
Se solamente Dio inventasse delle nuove parole potrei dirti che
Siamo soltanto bagagli
Viaggiamo in ordini sparsi


Che siamo bagagli che viaggiano in ordine sparso non lo penso veramente, almeno, la mia storia me lo conferma, ma Papa’ è da tempo che cammino e penso che ci sia qualcuno dietro a me, ma in realtà non c’è. Ti guardo e vorrei poter entrare dentro la tua testa e aiutarti. Prenderti per mano e aiutarti a camminare. Cavalcare con te, guardare le partite con te. Mi manchi papà.

Questo articolo lo dedico a tutti quelli che camminano pensando di avere qualcuno dietro ma in realtà purtroppo per un periodo difficile della vita questa persona non ci può essere, non per colpa sua, ma semplicemente non ci può essere.

Fa male dirlo ma è importante perché ci aiuta a continuare a camminare e a non fermarci.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...