Vola

Abbiamo già avuto a che fare con cavalli selvaggi. Questo non sarà diverso dagli altri. [riferendosi a Spirit]


Dovevo voltare pagina, capitolo, libro non so neanche io cosa. Allora partii da qualcosa che potesse aiutarmi dentro. Nell’anima e nel cuore. I cavalli, che il mio papà ha amato e allevato da sempre, da quaranta anni. Vi vorrei descrivere la sensazione che si prova quando sei in una gabbia, ma appena sali sopra un cavallo e galoppi ti senti libera come una PIUMA. Non so perché le piume le vedo libere, forse perché gli uccelli li vedo volare in cielo liberi e io vorrei essere esattamente come loro.

Sono su un terrazzo e vedo dei gabbiani disegnati. Richard Back nel “Il Gabbiano Jonathan Livingston” diceva: “Qualunque cosa tu faccia non pensare mai a cosa diranno gli altri, segui solo te stesso, perché solo tu sai cosa è bene e cosa è male, ognuno ha un proprio punto di vista , non dimenticarlo mai, impara a distinguerti, a uscire dalla massa, non permettere a nessuno di catalogarti come clone di qualcun altro sei speciale”… io aggiungerei vola libera. Una signora qualunque mi ha detto che ho delle belle curve e io non ho mangiato. Allora perché alcuni di noi sono gabbiani e alcuni sono gabbiani in gabbia. Il vero problema è che la gabbia è costruita dal gabbiano stesso. Vorrei volare, vorrei tanto volare ma a volte la gabbia mi chiude e non mi lascia respirare e volare. Richard Back dice anche: ” Non dar retta ai tuoi occhi e non credere a quello che vedi. Gli occhi vedono solo ciò che è limitato. Guarda con il tuo intelletto e scopri quello che conosci già, allora imparerai come si vola.

Giorgia Stocco ( Le Molinette-dicembre 2018)


Ritornando ai cavalli, inizia le miei lezioni di equitazione. Stavo bene, anche se non stavo bene. Come lo si può spiegare? Mi ammazzavo di palestra, andavo a equitazione, digiunavo, poi mi abbuffavo..insomma ero bulimica.

State tranquilli nulla sarà come il binge, la depressione, l’alcool e la bulimia sessuale.

Non ci aspettano giorni sereni purtroppo.

Ma tutte voi COMBATTETE E PRENDETE ESEMPIO dalla vita in gabbia che ho avuto, da ciò che ho perso per colpa della mia malattia. Dall’amore, alle amicizie (che poi vi racconterò), alla serenità dei miei genitori, dal rapporto con mio fratello. DA TUTTA LA MIA VITA CHE è STATA INTERROTTA E LO E’ DA QUATTRO LUNGHISSIMI ANNI. Come dirvelo? Combattete cazzo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...