La quiete dopo la tempesta

Cerchiamo rifugio dalla tempesta..ma a volte non riusciamo a trovarlo

A volte rimaniamo in balia dei venti. E non possiamo far altro che accettarlo.

Quando affrontiamo una tempesta, non importa quanto spaventosa sia..

O quanto ci faccia sentire infinitamente impotenti..

Quando la affrontiamo, capiamo che siamo noi il nostro rifugio.

Sopravviveremmo.

Ci troviamo ad uscire dalla tempesta più forti di prima.

-Shonda Rhimes

Io, il mio riparo lo trovai. Era un ospedale, lo so. Ma ero malata, in pieno binge, in piena depressione maggiore. È proprio quando tocchi il fondo che capisci che è ora di fare qualcosa. Quel qualcosa che puoi fare solo da sola.

Esami,flebo, medicinali, esami, flebo, medicinali, psicologi, psicologi,psicologi. E poi inizi a vedere una piccola luce.

Ragazzi dicembre all’ospedale non stavo ancora bene, vivevo d’ansia(un po’ come ora), avevo ancora i miei momenti bui. Ma ho ritrovato la luce. Sì, l’ho fatto perché ero circondata da persone che stavano male come me. E vedevo vedevo tanto dolore. E ad un certo punto ho deciso di RIBELLARMI.

Vi devo ancora parlare dei miei problemi tranquilli. Però fate così, se volete un consiglio da una cara amica, quando non vi sta bene una cosa, quando troppo è troppo, quando fa troppo male, quando siete eclissati RIBELLATEVI. Ricordatevi che siete voi il sole non le altre persone. Lo so è difficile da capire ma lo capirete. C’è un senso, giuro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...